Registrare un marchio: FAQ

Marchio registrato

Registrare un marchio: FAQ

Quanto costa registrare un marchio?

La registrazione di un marchio italiano costa:

  • € 101,00 per tasse di registrazione complessive di una classe
  • € 34,00 per ogni classe aggiuntiva
  • € 42,00 per marca da bollo
  • € 34,00 per lettera d’incarico

La registrazione di un marchio europeo costa:

  • € 850,00 per tasse di registrazione complessive di una classe
  • € 50,00 per la seconda classe
  • € 150,00 per ogni classe aggiuntiva a partire dalla terza

Il costo della registrazione di un marchio tramite la procedura internazionale del Sistema di Madrid dipende dai Paesi che vengono designati. Può essere calcolata mediante il Fee Calculator presso il sito web di WIPO.

I suddetti costi non comprendono gli onorari dell’Avvocato o del Mandatario a cui ci si affida per la registrazione. Puoi cliccare sul link per conoscere le tariffe di IPRights.

Quanto tempo serve per registrare un marchio?

Il tempo necessario ad ottenere la registrazione di un marchio dipende da diversi fattori e non può essere previsto con certezza.

In via del tutto indicativa, è possibile dire che la registrazione di un marchio dell’Unione Europea, in regime di Fast Track e in mancanza di impedimenti, si può ottenere entro un termine che va dai 4 ai 5 mesi.

Per la registrazione del marchio italiano i tempi sono più lunghi. Tuttavia, recentemente l’UIBM li ha ridotti notevolmente, portandoli a meno di un anno.

Impossibile invece fare previsioni per i marchi internazionali, in quanto i tempi per la registrazione variano enormemente in base agli uffici designati.

Bisogna comunque considerare che, indipendentemente da quando viene ottenuta la registrazione, la protezione del marchio retroagisce al momento del deposito della domanda.

La R di marchio registrato quando si può usare?

La R sta a significare che un marchio è registrato e può essere usata solo dopo aver ottenuto il certificato di registrazione. Diversamente, l’utilizzo del simbolo R è vietato e comporta l’irrogazione di una sanzione amministrativa.

Quando un marchio è stato depositato ma ancora non è stata ottenuta la registrazione oppure quando viene utilizzato come marchio di fatto si può usare il simbolo TM.

Cosa significa il simbolo TM?

Il simbolo TM significa Trademark, ovvero marchio in lingua inglese. Viene utilizzato per comunicare al pubblico che un determinato segno viene utilizzato come marchio d’impresa anche se non è stato ancora oggetto di registrazione.

Mentre il simbolo R può essere utilizzato solo dopo aver completato con successo l’iter di registrazione, il simbolo TM può essere utilizzato anche per marchi di fatto o quando la domanda di registrazione è stata depositata ma non ancora accolta.

Cosa sono le classi di Nizza?

La classificazione di Nizza è un sistema adottato livello internazionale per organizzare le classi merceologiche da indicare nella registrazione di un marchio.

Le classi da 1 a 34 racchiudono i prodotti, mentre le classi da 35 a 45 racchiudono i servizi.

Prima di registrare un marchio occorre stilare una lista dei prodotti e/o dei servizi con riferimento ai quali verrà utilizzato. Tale attività è fondamentale, poiché successivamente la lista potrà solo essere ridotta ma non ampliata. Occorre poi individuare le classi di Nizza all’interno delle quali i prodotti o servizi che ci interessano sono ricompresi. Vanno scelti con cura i termini più adatti a descrivere i nostri prodotti o servizi, possibilmente facendo ricorso a quelli già presenti nella classificazione.

Il numero di classi merceologiche che si vanno a coprire influenza il prezzo della registrazione del marchio.

A cosa serve TM Class?

TMclass è uno strumento fornito da EUIPO per agevolare la redazione delle liste di prodotti e servizi da associare alla registrazione di un marchio.

Mediante il suo utilizzo è possibile scegliere termini in varie lingue e verificare quali di essi siano già stati accettati dagli uffici nazionali. TMclass consente inoltre la scelta di termini facenti parte di un database armonizzato fra i vari uffici nazionali. Il ricorso a termini facenti parte del database armonizzato può agevolare la registrazione del marchio, usufruire del Fast Track per la registrazione di marchi dell’Unione Europea e ridurre conseguentemente il tempo necessario ad ottenere la registrazione.

Cos’è l’UIBM?

L’UIBM (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi) è l’ufficio pubblico preposto alla registrazione dei marchi, dei brevetti, dei disegni e dei modelli in Italia.

L’UIBM opera sotto la direzione del Ministero dello Sviluppo Economico e collabora a livello territoriale con le Camere di Commercio, presso le quali possono essere presentate in modalità cartacea le domande di registrazione dei titoli di proprietà intellettuale.

In alternativa, l’UIBM raccoglie le domande di registrazione in formato digitale direttamente dal proprio sito web.

Cos’è l’UAMI?

L’UAMI (Ufficio di Armonizzazione del Mercato Interno) era l’ufficio preposto alla registrazione dei marchi comunitari, oltre ai disegni e modelli, ed alla tutela della proprietà intellettuale nel mercato comune europeo.

Dal 23 Marzo 2016, l’UAMI non esiste più ed ha preso il nome di EUIPO (European Union Intellectual Property Organization). Allo stesso modo, non si parla più di marchio comunitario, che è diventato invece il marchio dell’Unione Europea.

Cos’è l’EUIPO?

L’EUIPO (European Union Intellectual Property Organization) è l’organismo preposto alla tutela della proprietà  intellettuale in Europa, con sede ad Alicante.

L’EUIPO si occupa principalmente della registrazione dei marchi, dei disegni e dei modelli dell’Unione Europea. Fra i suoi compiti si annoverano anche l’armonizzazione delle norme riguardanti la registrazione di marchi e disegni nazionali ed il monitoraggio della contraffazione e della violazione della proprietà  intellettuale nel mercato europeo.

Cos’è la WIPO o OMPI?

La WIPO (World International Property Organization) o OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà  Intellettuale) è un’agenzia delle Nazioni Unite, con sede a Ginevra, che si occupa dello sviluppo e della protezione della proprietà  intellettuale nel Mondo.

Per quanto riguarda i marchi d’impresa, la WIPO gestisce la procedura di registrazione dei marchi internazionali tramite il Sistema di Madrid. Grazie a questo sistema, con un’unica domanda di registrazione è possibile individuare gli Stati facenti parte della Convenzione di Madrid in cui si vuole ottenere la registrazione del proprio marchio.

La WIPO svolge inoltre molteplici attività nell’ambito della proprietà intellettuale, dell’innovazione e della creatività, quali la promozione e la gestione di trattati internazionali, lo studio, la formazione, il sostegno dei Paesi in via di sviluppo, la gestione di una procedura di arbitrato per le controversie sui nomi a dominio etc.

Potrebbe interessarti anche…

Chiedi una consulenza

10 + 15 =